Spettiniamoci

Tutte le cose più belle di questa vita spettinano.
Fare l’amore spettina, viaggiare, volare, correre, tuffarti in mare spettina, cantare fino a restare senza fiato spettina, giocare spettina, ridere a crepapelle spettina, baciare la persona che ami spettina, ballare (dicesi anche praticare il #ballaballa) fino a farti venire il dubbio se sia stata una buona idea metterti i tacchi alti stanotte, ti lascia i capelli irriconoscibili.
Ed allora sai cosa ti dico? Io ho deciso di vivere spettinata.
Il peggio che mi possa succedere è che, sorridendo davanti ad uno specchio, io debba pettinarmi di nuovo.

[Mafalda]

Ricordo di un’estate

Esco sul terrazzo per stendere una maglietta e mi torna in mente quando alle 19, nella casa al mare, ti sei appena fatto la doccia, vestito e asciugato i capelli. Mentre qualcuno sta preparando la cena in cucina, esci e ti allunghi per stendere ad asciugare quel costume appena sciacquato dalla salsedine e strizzato. I piatti di plastica sul tavolino, le vongole in padella e lo spaghetto pronto per essere buttato nell’acqua bollente.
Sento profumo d’estate.

//

Aggiungo questo video adesso, a distanza di un mese, così, perchè ci sta bene!! 😛

Martina

Qualcuno soffre di immaginazione acuta in famiglia?

Se avvicino troppo le dita al viso mi si incrociano gli occhi, poi tengo le mani ferme e scosto lo sguardo perchè le palpebre mi danno un po’ di dolore; le unghie color marrone si sfocano e quello che vedo è un bel cielo turchese, vento allegro e aria danzante. Ci sono anche i passerotti. Questo quadro naturale l’ammiro dall’interno, con un vetro trasparente che fa da filtro invisibile, da dietro una tenda ocra stropicciata; con il sole che penetra in camera, la luce è luminosamente piacevole e dopo giorni in cui sono stata rinchiusa nel corpo di una novantenne, finalmente torno a respirare a pieni polmoni.

Mi sono tanto indispettita, ma stavolta l’ho fatto facendo valere le mie ragioni. Ovvero, il discorso che portavo avanti nel mio ragionamento era sensato, conciso, lecito…..a patto che anche voi l’aveste pensata come me! Continua a leggere