Un anno in più

Non ho avuto tempo di scrivere proprio nel giorno del mio compleanno, l’idea c’era e avevo pensato anche a qualche riga ma ho avuto un bel pò di cose da fare e perdonatemi la schiettezza ma non mi andava, per una volta, di stare qui a scrivere un *bel* post mentre la nella realtà mi stavano aspettando.
Comunque nei giorni precedenti al mio compleanno son stata poco bene e ovviamente questo ha rovinato tutta la bella atmosfera che mi circondava, sapete no quell’atmosfera da “evviva è la mia giornata sarò così felice che bello!” No. così non è andata. Insomma ero demoralizzata che oltre ad avere la febbre, vagavo per casa come uno zombie e non mi scappava un sorriso nemmeno per sbaglio…
Fortunatamente questa depressione dovuta alla febbre è sparita nel giro di due giorni e il mio compleanno l’ho passato in tutta serenità con una buona compagnia e una serata perfetta.
Un pensiero l’ho avuto, in 18 anni non mi era mai successo di non attendere con impazienza questo giorno, mi è sembrato un giorno *quasi* come un altro, quasi come se invece di dirmi che stavo diventando grande…mi stesse dicendo che da qui al prossimo anno è un soffio!

Martina

Annunci

Quello che le donne sono /2

“Ci sono feste che ormai contano il giusto, ma ci sono persone come te che ti ricordano cosa sia veramente una donna e perché va festeggiata, oggi più che mai!”

G.

E io che non sono una di quelle che -queste feste ormai non se le fila più nessuno, sono diventate troppo/solo commerciali- sorrido ancora quando ricevo sms del genere. E ringrazio ancora una volta di avere amici così, che ti vogliono semplicemente bene ma che con qualche sorpresa te lo ricordano pure.

.

Martina