Lost in Milan

In quella stanza d’albergo, dove da sola dormo e quella notte sembra un sogno. Lontano dalla tua città. Lontano da tutti.
Qui non è grigio e tutto sembra illuminato da una soffusa luce. Le strade sono viali e l’asfalto e diviso dalle rotaie. Il Duomo pungente e la Galleria dal pavimento liscio e scivoloso. Non sono abituata ad una città così grande che mi fa sentire ancora più piccola. E cattura al tempo stesso. Mi sento sola ma indipendente, mi sento indifesa ma libera di andare dove voglio e fare cosa mi va. Quindi come ogni “mamma ho perso l’aereo mi sono smarrita a Milano”, mi trovo in una stanza calduccina, con la tv accesa e nessuno che mi ripete che è ora di andare a dormire.
Ora posiziono la fotocamera, la modalità su video. Metto il pigiama e si, salto sul letto.

Martina

Ah. Volevo farvi rosicare un pò confessando che appena entrata in camera ho trovato un torrone. Si, un Toblerone per l’esattezza; ed era bello impacchettato nella carta argentata in mezzo al letto.

Annunci

5 thoughts on “Lost in Milan

  1. Welcome to Milan dear! 🙂
    Ma quindi vuoi dirmi che non hai amici a Milano? nhaaa…non ci credo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...