If you told me to die for you… I would.

E mi arrampico su, delle braccia mi prendono prepotentemente da sotto le ascelle e in un secondo sono convinta di volare. Non mi capita mai, e dico mai, di vedere le persone dall’alto, tante teste rivolte verso lo stesso punto, tante teste che si muovono a ritmo. Teste scatenate, e teste bagnate.

Confusa, arranco per godere della migliore visuale e faccio impazzire gli occhi guardando prima qua poi la, senza avere il tempo di mettere a fuoco. Perchè una voce sto cercando. Quella sola. E ora così, tra panico ed euforia, stento a trovarla.

Canta scandendo le parole, le labbra a pochi millimetri dal microfono.

“While we’re talking about all of the things that I long to believe, about love and the truth and what you mean to me. And the truth is, baby, you’re all that I need”.

Quando “sono salita su” non mi aspettavo di rimanerci così spiazzata: vedi un uomo vestito di nero, un uomo coi capelli tutti bagnati, cantare per te e per le altre migliaia di persone che non staccherebbero lo sguardo da lui neanche se le pagassero. E poi quella è la canzone perfetta, quella che rende magico ogni momento, quella che fa sembrare l’aggettivo “romantico” una barzelletta.

//

Un’attesa lunghissima. Praticamente metà della mia vita. Facendo un rapido calcolo, la sua voce l’ho sentita per la prima volta undici anni fa. Era il 2000 ed io ero in garage con le mie cugine. Una di loro aveva il Canta Tu e fece partire una cassetta. “This ain’t a song for the broken-hearted, no silent prayer for the faith-departed. I ain’t gonna be just a face in the crowd, you’re gonna hear my voice when I shout it out loud”. Ricordo che mi rimase impressa in meno di un secondo.

Chi la dura la vince. E io sono riuscita a far passare questi undici anni come se prima o poi, da un momento all’altro, questa serata sarebbe arrivata, ovunque e comunque. Fino a sentire quelle parole cantante così, face to face.

Martina

Annunci

2 thoughts on “If you told me to die for you… I would.

  1. Ne ho visti tantissimi di concerti ma i quelli che attendevo da una vita li ricordo bene, benissimo; ed anche se ognuno li vive a modo suo, posso capire bene quello che hai scritto e ricordare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...